C.R.E.D. Centro Risorse Educative e Didattiche



Progetto sperimentale a regia regionale "Leggere: forte!"

75643573_1291275661052644_3610148925454942208_o.png

"LEGGERE: FORTE!" AD ALTA VOCE FA CRESCERE L’INTELLIGENZA

Avvio anno scolastico 2020/2021

LEGGERE: FORTE! Ad alta voce fa crescere l’intelligenza è un progetto della Regione Toscana realizzato con il coordinamento scientifico dell’Università degli Studi di Perugia (cattedra di Pedagogia Sperimentale), in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana, INDIRE (Istituto Nazionale Documentazione Innovazione Ricerca Educativa) e il Cepell (Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali).
Il progetto ha lo scopo di favorire il successo nei percorsi scolastici e di vita dei bambini e dei ragazzi , tramite gli effetti che l’ascolto della lettura ad alta voce produce. Per questo motivo con Leggere: Forte! la Regione Toscana vuole realizzare una vera e propria politica educativa incentrata sull’inserimento della lettura ad alta voce da parte degli insegnanti come pratica sistematica e quotidiana nell’intero sistema di educazione e istruzione toscano.


PERCHE’ L’ASCOLTO DELLA LETTURA AD ALTA VOCE A SCUOLA?

L’esposizione in modo continuativo, alla lettura intensiva nell’intero sistema di educazione e istruzione toscano è pensata come strumento per consentire di conseguire il successo formativo e un maggior controllo sulla propria vita a tutti i bambini, le bambine, le ragazze e i ragazzi che quel sistema abitano. Visti gli esiti delle numerose sperimentazioni già condotte con diverse fasce di età, si ritiene che l’ascolto della lettura ad alta voce in classe, come pratica quotidiana, intensiva, sistematica e realizzata in tutti i gradi, possa costituire un elemento decisivo per raggiungere numerosi obiettivi del curricolo, per l’accesso ai saperi e alle competenze minime che consentono l’esercizio della cittadinanza, nonché per innalzare le proprie probabilità di successo scolastico.
Il centro di Leggere: forte! è dunque l’azione quotidiana di lettura che educatrici e insegnanti si impegnano a fare con il sostegno formativo, con i monitoraggi e con il controllo dei risultati che la Regione ha previsto.
Il sito del progetto: www.regione.toscana.it/leggereforte


LA LETTURA AD ALTA VOCE E L’APPRENDIMENTO DELLE DISCIPLINE CURRICULARI

Il lavoro di ricerca che riguarda la lettura ad alta voce si sta arricchendo, negli ultimi anni, di un importante e ulteriore fronte che consente di allargare l′interesse per la pratica didattica della lettura ad alta voce da parte degli insegnanti dalle discipline linguistiche a tutte le discipline. Oltre alle ricerche, fondamentali, che continuano a dimostrare la rilevanza in termini di effetti cognitivi, emotivi, relazionali, linguistici e lessicali prodotti dalla lettura ad alta voce infatti, si sta aprendo un fronte che mette in relazione la pratica continuativa della lettura con gli obiettivi trasversali e disciplinari contenuti nelle Indicazioni Nazionali e nelle Linee Guida. Questo significa che la lettura è in grado di facilitare il raggiungimento di obiettivi specifici di tutte le discipline e dunque dovrebbe, a tutti gli effetti, essere una pratica portata avanti dagli insegnanti in modo collegiale. Nei percorsi formativi di Leggere: forte! potremmo verificare, concretamente, queste relazioni.


IL RAPPORTO TRA LA LETTURA AD ALTA VOCE E L’INCLUSIONE SCOLASTICA DELLA DISABILITÀ

La lettura può essere un efficace strumento di inclusione. Ci sono benefici documentati della pratica di lettura ad alta voce quotidiana, nel contesto scolastico, in termini di spinta empatica nei confronti di chi ha una situazione di svantaggio o marginalità, in termini di riduzione dei fenomeni di bullismo e di marginalizzazione. Ci sono una serie di testimonianze e prime evidenze circa i benefici dell′esposizione alla lettura ad alta voce per bambini e ragazzi con varie tipologie di difficoltà e differenti abilità. Nel primo anno di Leggere: forte! molte educatrici e insegnanti hanno testimoniato di vantaggi sui singoli bambini e sul gruppo classe in termini di partecipazione, relazione, reciprocità e clima complessivo.


QUALCHE NUMERO RIFERITO ALL’ANNO SCOLASTICO 2019/2020

Il progetto è stato avviato nell’anno scolastico 2019/2020 ed è adesso al secondo anno di attività. Nel primo anno si è rivolto al sistema 0-6 di tutta la Toscana - coinvolgendo i servizi educativi e le scuole dell′infanzia dell’intero territorio - e le scuole primarie e secondarie di primo e di secondo grado di due territori: la Zona Empolese e la Zona Valdera.
• 25 ore di formazione per gli educatori e i docenti di ogni zona, in presenza. 2 percorsi formativi: uno per lo 0-6, articolato in quattro incontri per ognuna delle 35 zone e l’altro per i docenti della primaria e secondarie nelle due zone Empolese e Valdera, per un totale di oltre 150 incontri formativi;
• 21000 bambini/e ragazzi/e raggiunti
• 2642 famiglie coinvolte;
• 30000 ore di lettura nei servizi educativi per la prima infanzia erogate dagli educatori.
• 18000 ore di letture dalla primaria alla secondaria erogate dai docenti
• 38 incontri di monitoraggio con educatori e docenti, per supportarli nel percorso e per incontrare e coinvolgere anche le famiglie.
• 43 osservazioni dirette nei servizi come supporto alla lettura ad alta voce.
• Oltre 50 interventi di esperti per particolari criticità (servizio on demand).
• 22 osservazioni dirette nei servizi da parte dei volontari dell’associazione LaAV (Letture ad Alta Voce).
• Oltre 160 interventi di lettura da parte dei volontari LaAV.
• Oltre 150 volontari coinvolti
Misurazione degli effetti della lettura: per verificare gli effetti del training di lettura, oltre all’analisi dei cosiddetti “diari di bordo” compilati da educatori e insegnanti, è stata svolta una sperimentazione controllata su un campione rappresentativo che ha coinvolto:
• 1451 bambini 0-6 anni (tutta la Toscana)
• 785 alunni di primaria (Zona Empolese e Zona Valdera)
• 151 studenti di secondaria di I grado (Zona Empolese e Zona Valdera)
• 131 studenti di secondaria di II grado (Zona Empolese e Zona Valdera)
• 167 famiglie sono state coinvolte nelle rilevazioni (con figli in fascia 0-6 anni)


RISULTATI DEL PRIMO ANNO DI ATTIVITA ’

Risultati quantitativi test BAYLEY (valuta aspetti cognitivi, linguistici, motori, socio-emozionali e comportamenti adattivi)
Le scale principali mostrano un trend di crescita dei gruppi sperimentali maggiore di quelli di controllo, che arriva a significatività statistica per la scala del Linguaggio (t= 3,318; p<0,001).
Le sottoscale mostrano un incremento significativo rispetto ai gruppi di controllo per quel che riguarda la comunicazione ricettiva (t=3,321; p<0,001) e la comunicazione espressiva (t=3,301; p<0,001).
Il questionario genitori Bayley mostra un trend positivo per quel che riguarda il comportamento socio-emozionale, sociale, l’autonomia e l’autocontrollo.

Risultati quantitativi test TPL - Test di Primo Linguaggio (valuta lo sviluppo linguistico nei primissimi anni di vita)
Si rileva un incremento statisticamente significativo dei gruppi sperimentali rispetto a quelli di controllo sia per le prove di Produzione che per quelle di Comprensione (F=3,219; p<0,001).

Risultati qualitativi elaborati dall’analisi dei diari di bordo:
Effetti cognitivi
• Attenzione: Aumento del livello di attenzione e dei relativi tempi di lettura
• Memoria: Tendenza ad anticipare le sequenze della storia, capacità di ricordare le frasi e le parole della storia a distanza di tempo
Linguaggio
• Non verbale: partecipano con gesti ed esprimono le emozioni con il viso
• Verbale: Aumento della verbalizzazione
• Comprensione ed elaborazione: frequenti scambi verbali spontanei in merito a storie lette, domande e commenti
• Produzione suoni: versi di animali, riproduzione parole
Stato emotivo educatore
• per il 68%: momento di lettura vissuto positivamente, entusiasmo e soddisfazione per gli evidenti risultati raggiunti


AZIONI PRINCIPALI PREVISTE PER IL NUOVO ANNO

Obiettivo per il 2020/2021 è proseguire nell’inserimento graduale dell’ascolto della lettura ad alta voce nelle scuole di ogni ordine e grado della Toscana, portando parallelamente avanti l′attività di lettura in tutti i servizi educativi per la prima infanzia e nelle scuole dell′infanzia, in continuità con quanto avviato lo scorso anno.
A tal fine, si amplia ulteriormente il territorio raggiunto dal progetto in relazione alla scuola primaria e secondaria, coinvolgendo un totale di sei Zone in tutta la Toscana: all’Empolese e alla Valdera, che hanno partecipato fin dal primo anno, si aggiungono infatti le Zone Valdarno, Alta Valdelsa, Grossetana, Valdarno e Valdisieve.
Avvalendosi della collaborazione con gli Organismi di Coordinamento Zonale Infanzia e Educazione e Scuola presenti in ciascuna delle 35 Zone per l′Educazione e l′Istruzione e al fine di rendere la pratica della lettura ad alta voce un’azione condivisa da tutti gli educatori e i docenti e supportata in ogni fase, il gruppo di lavoro, con il coordinamento scientifico del Prof. Batini, pianificherà durante l’anno scolastico le seguenti azioni:

 Formazione
L’azione propedeutica a tutte le altre è rappresentata dagli incontri formativi online per tutti i docenti delle scuole di ogni ordine e grado, differenziati per coloro che hanno già partecipato al percorso formativo dello scorso anno e per coloro che iniziano quest’anno. E’ prevista formazione distinta per docenti della scuola primaria e secondaria.

 Attività di lettura
I docenti leggono in classe a bambini/studenti quotidianamente e continuativamente, in modo progressivo e intensivo.

 Incontri di monitoraggio
Sono pensati come supporto ai docenti durante l’intero svolgimento del progetto, per far fronte alle eventuali problematiche che possano emergere e fornire consigli utili sulla gestione di situazioni critiche. Costituiscono inoltre occasione di condivisione e confronto tra docenti.

 Misurazione degli effetti
In tutte le scuole in cui viene svolta la lettura ad alta voce, è prevista la misurazione degli effetti sulla base di strumenti qualitativi, quali diari di bordo, autovalutazioni e questionari per insegnanti e/o genitori. Il diario di bordo è lo strumento di monitoraggio e analisi per tutte le classi partecipanti. Attraverso l’utilizzo dei diari di bordo sarà possibile raccogliere riflessioni e percezioni dei docenti rispetto al progetto, oltre a raccogliere feedback rispetto all’andamento del training narrativo ed a quantificare e osservare quelli che possono essere i cambiamenti positivi in molte capacità (linguistiche, cognitive e altre) di bambini e adolescenti. Inoltre verranno somministrati questionari ex-ante ed ex-post a tutti gli insegnanti delle 6 zone coinvolte per l’età scolare e ad altri soggetti di interesse, quali i genitori. Verranno inoltre condotte interviste e focus group e utilizzati altri strumenti partecipativi. Inoltre, per un campione rappresentativo è prevista la misurazione degli esiti
anche con metodo sperimentale (disegno quasi-sperimentale).
Il campione sarà costituito da gruppi di trattamento e gruppi di controllo che, in una fase iniziale (prima dell’avvio della lettura) e finale (al termine dell’attività di lettura), vengono sottoposti ai test. Nella fase intermedia tra i test ex ante e quelli ex post, solo i gruppi di trattamento verranno esposti alla lettura ad alta voce, mentre i gruppi di controllo, nello stesso arco di tempo, proseguiranno con le normali attività educative/didattiche. I bambini e gli adolescenti dei gruppi di controllo inizieranno l’attività di lettura non appena i bambini e gli adolescenti appartenenti ai gruppi di trattamento saranno stati valutati ex-post: nessuno verrà quindi privato dell’esperienza dell’ascolto della lettura ad alta voce e dei suoi benefici effetti.
La differenza delle risposte ai test tra prima e dopo la lettura e gli incrementi delle capacità dei componenti dei gruppi trattati rispetto a quelle dei gruppi di controllo determinerà l’effetto netto dell’ascolto della lettura ad alta voce su bambini e ragazzi.
Le dimensioni di analisi nei vari livelli educativi e scolari sono diverse e relative:
- alla comprensione delle emozioni,
- alla pianificazione sequenziale,
- allo sviluppo sulla comprensione del testo e sulle competenze linguistiche,
- allo sviluppo delle abilità cognitive di base e delle abilità verbali.


IL RUOLO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

➔ promuovere all’interno della propria scuola la politica educativa di Leggere: Forte! consapevole dei benefici prodotti dalla pratica didattica intensiva della Lettura ad Alta Voce
➔ sostenere la diffusione del progetto in tutte le scuole del territorio, garantendo la continuità della pratica di lettura ad alta voce.
➔ coinvolgere attivamente gli insegnanti nella formazione
➔ favorire la pianificazione dell’attività di lettura da parte dei consigli di classe
➔ coadiuvare le classi che dovessero far parte del campione per le misurazioni con test le rilevazioni ex ante ed ex post.


LE FASI DEL PROGETTO PER L’ANNO SCOLASTICO 2020/2021

Per l’anno educativo e scolastico 2020/2021, secondo anno di attività del progetto, le azioni di Leggere: forte! si realizzano secondo le seguenti fasi operative:

Fase 1 -Avvio del Progetto

• Incontro con i Dirigenti Scolastici delle 6 Zone coinvolte: Valdarno, Valdarno Valdisieve, Alta Valdelsa e Grossetana, oltre a Valdera ed Empolese che hanno avviato il percorso nell’anno scolastico 2019-2020.
• Condivisione delle finalità e degli effetti positivi sui ragazzi e sui docenti del Progetto e del percorso all’interno dei collegi docenti e inserimento nel PTOF di Istituto. L’adesione al progetto viene approvata nei consigli di classe ed eventualmente nel collegio dei docenti.
• Obiettivo è il coinvolgimento di tutte le scuole del territorio, in collaborazione con i Dirigenti Scolastici. Raccolta delle adesioni delle classi che parteciperanno al progetto e dei docenti che prenderanno parte alla formazione.
Ogni scuola esprime un proprio referente che si rapporta con la Zona per le diverse questioni organizzative relative al Progetto. Il Coordinamento Educazione e Scuola Zonale rappresenta lo snodo centrale tra le scuole e il gruppo di lavoro per lo sviluppo dell’intero Progetto.
• L’Ufficio scolastico regionale per la Toscana, in collaborazione anche con i referenti territoriali, promuove il Progetto e l’inserimento della pratica della lettura all’interno delle scuole.

Fase 2 -FORMAZIONE

La formazione è prevista per tutti gli ordini scolastici e varia da 15 a 25 ore sulla base dei destinatari. In particolare viene realizzata sia per coloro che hanno già partecipato lo scorso anno al percorso formativo, che per le nuove adesioni.
L’Ufficio Scolastico Regionale assicurerà l’inserimento dei percorsi all’interno del piano di formazione di ambito, a cura delle Scuole polo, ai fini del riconoscimento della formazione per i docenti.

Di seguito il programma dettagliato delle proposte formative.

➔ Per coloro che ancora non hanno partecipato al progetto: il percorso prevede 4 seminari di formazione online per complessive 15 ore + 10 ore di ricercazione nelle scuole (prevista la compilazione dei diari di bordo o altri strumenti individuati dal gruppo di lavoro) - (TOTALE 25 ORE).

Questi i temi che saranno affrontati nei seminari:  

1 - Benefici della lettura e collegamenti con il curriculum
2 - Incontro con le bibliografie
3 - Il progetto e le Tecniche di lettura
4 - Obiettivi trasversali e lettura

➔ Per coloro che hanno partecipato al progetto lo scorso anno: il percorso prevede 2 seminari di formazione online (i primi 2 seminari in calendario) per complessive 7 ore + 8 ore di ricercazione nelle scuole (prevista la compilazione dei diari di bordo o altri strumenti individuati dal gruppo di lavoro) - (TOTALE 15 ORE)

I docenti che lo desiderano potranno comunque partecipare all’intero percorso formativo.

Sono previsti due distinti percorsi di formazione, uno destinato ai docenti di scuola primaria, uno ai docenti di scuola secondaria di I° e II°.

Fase 3 -AVVIO LETTURA

• Le scuole di ogni altro ordine e grado potranno avviare la lettura sulla base delle indicazioni del gruppo di ricerca subito dopo i primi incontri formativi. Verranno forniti strumenti di monitoraggio dell’attività a tutti i consigli di classe che aderiranno al Progetto. Un gruppo sarà selezionato per le misurazioni quantitative (vedi Fase 4).
• Attività di supporto e monitoraggio: incontri organizzati come azione di supporto e monitoraggio al fine di riprendere le attività di lettura e per condividere la compilazione dei diari di bordo (questo anno si prevede la preparazione di un video di presentazione e un format online). Sono previsti incontri di monitoraggio per tutta la durata del percorso.

Fase 4 -MISURAZIONE DEGLI EFFETTI DELLA LETTURA AD ALTA VOCE SUI BAMBINI E SUI RAGAZZI

In tutte le classi che aderiscono al Progetto viene avviata la misurazione degli effetti della lettura ad alta voce. Il diario di bordo (a cura dei docenti) rappresenta lo strumento principale attraverso il quale rilevare variabili ritenute d’interesse su tutte le classi e documentare il procedere della pratica didattica della lettura ad alta voce.
Anche la partecipazione agli incontri di monitoraggio consentirà di esprimere, in vari modi e con varie attività (metodi partecipativi e narrativi), il proprio punto di vista.
Gli incontri di monitoraggio avranno, inoltre, la funzione di sostegno alle pratiche e di facilitazione nel gestire le differenti criticità. L’analisi degli effetti della lettura ad alta voce viene inoltre arricchita dall’uso di metodi quantitativi su un campione di classi (disegno quasi sperimentale, analisi controfattuale, mediante il confronto con gruppi di controllo) investigando una serie di effetti attraverso test validati internazionalmente per l’età di riferimento.

- Il gruppo di ricerca stabilirà l’entità del campione per l’analisi quantitativa (classi di trattamento e classi di controllo).

- Per le classi/sezioni oggetto dell’analisi quantitativa è richiesto di collaborare per predisporre la rilevazione da parte del gruppo di ricerca e seguire con attenzione il Protocollo operativo per le attività da portare avanti.

- Per le classi/sezioni di controllo è richiesto l’impegno a non partecipare ad alcun progetto che implichi particolari attività di lettura fino al completamento della misurazione quantitativa degli effetti, al fine di non compromettere la significatività dei risultati.

- Le rilevazioni verranno realizzate in presenza o a distanza sulla base delle esigenze delle scuole, in relazione anche alle indicazioni sanitarie nazionali e regionali.

- Le rilevazioni saranno ex ante ed ex post dopo 60 giorni circa di lettura quotidiana, intensiva e continuativa.

- Per la misurazione quantitativa degli effetti della lettura ad alta voce verranno utilizzati i test che sono stati sottoposti, già dal primo anno, al vaglio del Comitato Etico dell’Ateneo di Perugia che ha validato anche il form di informazione e consenso le famiglie.

- Le famiglie saranno coinvolte con materiale informativo e attraverso incontri di condivisione.

- Sono messi a disposizione dei docenti e del personale educativo vari materiali, tra questi: bibliografie, depliant informativi, sito web www.regione.toscana.it/leggereforte con sezione riservata contenente tutti i documenti della formazione.

ULTERIORI INIZIATIVE PREVISTE

• È prevista una specifica indagine curata da INDIRE per esplorare gli effetti della pratica della lettura ad alta voce sul personale educativo e docente.
• Cepell nell’ambito del proprio ruolo istituzionale promuoverà la diffusione del Progetto.
• Attraverso la Direzione cultura della Regione Toscana è promossa la collaborazione e il coinvolgimento del sistema delle biblioteche del territorio.


Calendario

Di seguito il calendario completo relativo ai seminari di formazione

Scuola primaria

giovedì 12 novembre 2020 - ore 16.00/20.00 - "Il progetto e le tecniche di lettura", Martina Evangelista e Arianna Gaudio

LINK DIRETTA: bit.ly/1incontroPRIMARIAgruppo1

mercoledì 18 novembre 2020 - ore 16.00/20.00 - "Incontro con le bibliografie", Carla Colussi e Federico Batini

LINK DIRETTA: http://bit.ly/PrimariaGruppoPrimo

giovedì 3 dicembre 2020 - ore 16.00/20.00 - "Benefici della lettura e collegamento con il curriculum", Gruppo di Progetto

LINK DIRETTA: http://bit.ly/PrimariaGruppoPrimo

giovedì 17 dicembre 2020 - ore 16.00/20.00 - "Percorsi di Lettura", Gruppo di Progetto

LINK DIRETTA: http://bit.ly/PrimariaGruppoPrimo

Scuola secondaria di I° e II°

mercoledì 11 novembre 2020 - ore 16.00/20.00 - "Benefici della lettura e collegamento con il curriculum", Gruppo di Progetto

LINK DIRETTA: http://bit.ly/SecondariaGruppoPrimo

lunedì 16 novembre 2020 - ore 16.00/20.00 -"Incontro con le bibliografie", Matteo Biagi, Alice Bigli e Federico Batini

LINK DIRETTA: http://bit.ly/SecondariaGruppoPrimo

lunedì 30 novembre 2020 - ore 16.00/20.00 - "Il progetto e le tecniche di lettura", Martina Evangelista e Arianna Gaudio

LINK DIRETTA: http://bit.ly/SecondariaGruppoPrimo

lunedì 14 dicembre 2020 - ore 16.00/20.00 - "Percorsi di Lettura", Gruppo di Progetto

LINK DIRETTA: http://bit.ly/SecondariaGruppoPrimo



Aggiornato al 16/11/2020

Ente gestore del CRED Valdera per il triennio 2011/2013, in convenzione con l'Unione dei Comuni della Valdera:
Associazione "Crescere Insieme" ONLUS
Sede Legale: Via Collodi, 20 - 56025 loc. La Rotta - Pontedera (PI) - C.F 01286950504
credvaldera@unione.valdera.pi.it - 0587 299507